Home
Psicoeuropa - Psicologi per l'Europa

Benvenuti nel sito dell'Associazione Culturale Psicoeuropa - Psicologi per l'Europa.

Contiene informazioni utili per giovani psicologi, programmi gratuiti, test e utility open-source per gli psicologi.

 
Prevenire e curare il disagio psicologico ha ricadute importanti sulla salute e sull’economia Stampa E-mail
Mercoledì 20 Novembre 2019 21:35

COPERTINA ALTA RISOLUZIONEIl concetto di “disagio psicologico” (psychological distress) è sempre più presente nella ricerca e nella letteratura internazionale.

Oggetto di ricerche di laboratorio, di trial clinici, di studi prospettici e ampie analisi epidemiologiche. Si riferisce ad una condizione di “distress”, ovvero di stress negativo caratterizzato da un mix di sintomi di tipo ansioso, depressivo, riduzione di efficienza e ricadute comportamentali, malessere con correlati somatici che variano per importanza e manifestazioni.

Una condizione descritta e analizzata nel recente volume di David Lazzari “La Psiche tra Salute e Malattia” (EDRA 2019, 357 pagine, 20 euro), ricco di dati di letteratura sulle caratteristiche, l’incidenza, le ricadute ai diversi livelli (fisico, negli equilibri adattivi, nella salute e nei costi economici individuali e sociali), le strategie e l’efficacia degli interventi psicologici di prevenzione e cura.

 

Leggi tutto...
 
La demenza sotto la lente psicosociale: lo stato dell’arte dei sistemi educativi accademici e di quelli politico- governativi Stampa E-mail
Sabato 19 Ottobre 2019 06:43

demenza

Ottoboni, Giovanni1,2, Chirico, Ilaria3, Chattat, Rabih3

La demenza è una delle sindromi che molte Agenzie mondiali indicano tra le priorità che gli Stati dovrebbero affrontare perché viene considerata un problema di sanità pubblica: ogni anno, circa 10 milioni di persone ricevono diagnosi di demenza (Alzheimer Europe Office, 2018; ‘G20 summit in Osaka, Japan, 28-29/06/2019—Consilium’, 2019; OECD, 2019; WHO &Alzheimer’s Disease International, 2012).

Si prevede che entro il 2050 ci saranno 40 milioni di persone che insieme alle loro famiglie dovranno far fronte ai sintomi e alle necessità che tale malattia presenta se non saranno individuati rimedi, farmaci o interventi curativi nel frattempo (Health Policy Analyst, Health Division, OECD, 2018).

Inoltre, la demenza è una delle principali cause di dipendenza tra gli anziani perché influenza le capacità d’apprendimento, di linguaggio, di orientamento, di comprensione e di giudizio oltre che la vita sociale e relazionale, con pesanti conseguenze significative su coloro che sono chiamati a prendersene cura (WHO, 2017).

Leggi tutto...
 
Psicologi e elezioni: si vota per i Consigli regionali e provinciali Stampa E-mail
Sabato 19 Ottobre 2019 06:31

banner elezioni 2019Il prossimo novembre gli Psicologi italiani sono chiamati a rinnovare i Consigli territoriali del loro Ordine (regionali e provinciali per Bolzano e Trento).

Intanto è da sottolineare il fatto che queste elezioni si svolgono tutte nel giro di un mese e questo vuol dire che entro dicembre saranno già insediati tutti e 21 i Consigli territoriali ed i rispettivi presidenti. E che a gennaio potrà insediarsi il nuovo Consiglio Nazionale che è composto dai presidenti dei 21 Consigli.

Grazie alla legge 3 del 2018, quella per intenderci che ha definitivamente riconosciuto gli Psicologi come professione sanitaria, questa volta non dovremo sobbarcarci una lunga stagione elettorale: l’ultima volta tra la prima regione che votava e l’ultima passarono oltre sei mesi, più altri mesi per l’insediamento del consiglio nazionale, con il risultato di quasi un anno di blocco delle attività.

Leggi tutto...
 
Elezioni Ordini 2019 Stampa E-mail
Lunedì 30 Settembre 2019 07:26

elezioni ordiniLe prossime elezioni per il rinnovo degli Ordini regionali sono prossime. Associazioni, gruppi e singoli colleghi si stanno organizzando, in modo assolutamente legittimo. Un civile dibattito e confronto è interesse della Categoria.

Auspicheremmo un attivismo che duri sempre. Che duri tutto il mandato e non solo le poche settimane che ci separano dal voto.

A chi si candida noi chiederemmo di portare Programmi. Anche se i Programmi da soli non sono sufficienti.

La maggior parte delle iniziative hanno un orizzonte ravvicinato. Nessuna “vision” strategica.

Altre invece si propongono come strategiche. Queste ultime meritano certamente rispetto e su queste ci si può e ci si deve confrontare anche perché queste iniziative non per forza sono collegate all’evento elettorale.

Leggi tutto...
 
Poco lavoro e basso reddito degli Psicologi: le prospettive offerte dal riconoscimento di professione sanitaria per un cambiamento Stampa E-mail
Giovedì 26 Settembre 2019 07:25

guadagno psicologoIl Sole 24 Ore ha pubblicato recentemente una classifica dei redditi medi dei professionisti a tre anni dal conseguimento della laurea magistrale (vedi sotto). I laureati in Psicologia risultano la categoria con il reddito medio più basso come si vede dalla tabella in basso.

I laureati in Psicologia che lavorano a 3 anni dalla laurea risultano guadagnare in media 900 euro al mese, contro i 1.100 di un laureato in filosofia, i 1.200 di un laureato in Biologia, i 1.570 di un Infermiere, i 1.600 di un laureato in Informatica, i 1.800 di un laureato in Medicina e così via.

Leggi tutto...
 
Psicologi: i cittadini più avanti della politica Stampa E-mail
Lunedì 16 Settembre 2019 09:19

images psicologi Abbiamo visto una indagine commissionata dal CNOP su come gli italiani vedono lo psicologo, presentata in occasione della Giornata Nazionale della Psicologia.

E’ vero che è stata fatta prima della storia degli affidi di Reggio Emilia, ma riteniamo che rimanga sostanzialmente valida.

Un italiano su due ritiene che l’immagine dello psicologo sia migliorata rispetto a dieci anni fa, oltre otto italiani su dieci pensano che lo psicologo possa fornire un aiuto importante alle persone e nove italiani su dieci pensano che lo psicologo debba essere presente negli ospedali, nei servizi sociali e nella scuola.

Leggi tutto...
 
Prevenzione, programmazione e psicologi: tre P da mettere insieme Stampa E-mail
Mercoledì 11 Settembre 2019 14:11

prevenzione questa parola sconosciutaIl Regno Unito ha dato un esempio famoso, il Programma IAPT, che ha programmato gli interventi psicologici su larga scala per rispondere al disagio dei cittadini: oltre un milione e mezzo di cittadini hanno usufruito di interventi psicologici pubblici.

Ora la Nuova Zelanda sembra andare oltre: nel bilancio dello Stato ha previsto un “Wellbeing Budget”, un investimento per il benessere psicologico che comporta l’uso di indicatori sul benessere per orientare le politiche nazionali e nell’immediato un investimento di un miliardo di euro in 5 anni per rendere disponibili interventi psicologici a livello preventivo (scuola, comunità) e curativo, a partire dagli ambulatori dei medici di base.

Anche se la Nuova Zelanda ha un reddito pro capite simile a quello italiano è collocata agli antipodi dell’Italia, non solo geograficamente purtroppo.

 

Leggi tutto...
 
Sindrome di Alienazione Genitoriale Stampa E-mail
Domenica 12 Febbraio 2017 18:31

di Ambra Fiappofamiglia immagine

(Articolo introduttivo sul lavoro del Dott. Craig A. Childress )

Sempre più spesso si presentano separazioni conflittuali in cui è riconosciuta la PAS (Sindrome di Alienazione Parentale). Tralasciando gli aspetti diagnostici e valutativi della presenza o meno di tale problematica, in questo articolo vorremmo porre l’attenzione su un interessante approccio che lo stesso autore Craig Childress non riconosce come un costrutto di psicologia clinica.
Egli afferma che tale problematica si riferisca ad un termine della cultura popolare che indica il rifiuto del bambino a mostrare disponibilità affettiva verso un genitore in un contesto di separazione conflittuale.
Craig Childress è un noto psicologo e psicoterapeuta che opera da molti anni a Pasadena (California). Pur riconoscendo l’utilità del concetto di “Sindrome di Alienazione Genitoriale”, non lo reputa necessario, dal momento che ritiene che l’intero processo di alienazione sia catturato dalle diagnosi già ufficialmente riconosciute.

 

Leggi tutto...
 
Sistema tessera Sanitaria, obbligo per Psicologi Stampa E-mail
Sabato 08 Ottobre 2016 15:45

Tessera Sanitaria Il decreto ministeriale del 1 settembre 2016 impone ai Professionisti Psicologi la trasmissione telematica delle spese sanitarie sostenute dalle persone fisiche. In altri termine il professionista avrà l'obbligo di trasmettere all'INPS gli importi delle prestazioni sanitarie effettuate a privati, così da permettere la dichiarazione dei redditi precompilata con le spese detraibili e deducibili. Nello specifico dovranno essere inviate le prestazioni fornite ai dipendenti o simili.
Ciò premesso ogni professionista dovrà registrarsi presso il sito dell'INPS per procedere alla trasmissione dei dati dei pazienti già per tutto il 2016.
Per iniziare la procedura di accreditamento vai al sito Tessera Sanitaria

 
Continuum corpo-cervello Stampa E-mail
Mercoledì 22 Febbraio 2017 21:40

 

FOTO DANTONIa cura del dott. F. D'Antoni

Docente presso la Scuola di Psicoterapia Naven di Udine, ha integrato l'approccio Sistemico relazionale alle tecniche dell'EMDR all'approccio del Sensory Motor, passando con agilità alla mindfulness. In questo articolo il dott. D'Antoni delinea come il trauma lasci segni tangibili nel corpo, proponendo un'attenta revisione della bibliografia specialistica esplicitando i meccanismi fisiologici e ormonali che si attivano. Buona lettura.

 

Accedi all'area riservata per leggere tutto...
 
Refertazione WISC IV Stampa E-mail
Mercoledì 18 Gennaio 2017 20:55

cervello

di Ivan Iacob

Sono passati quasi 6 anni dalla pubblicazione di questo test, oggi uno standard della valutazione cognitiva. La WISC-IV si è evoluta in funzione al cambiamento dei modelli teorici, in particolare con l'avvento della Cattel-Horn Carrol Theory of Cognitive Abilities (CHC) che prevede la distinzione delle abilità cognitive in ampie e ristrette.

Il passaggio dall'intelligenza come fattore g a quella di un insieme di abilità molteplici ha modificato l'importanza attribuita al QIT, aumentando il numero dei punteggi composti da calcolare e accrescendone la specificità.

Per sfruttare tutte le potenzialità del WISC IV è necessario somministrare tutti i sub test non solo quelli per il calcolo del QIT.

La distinzione tra IAG (intelligenza fluida) e ICC (indice di competenza cognitiva) riesce a spiegare come alunni con competenze logiche molto alte abbiano risultati scolastici mediocri.

 

Accedi all'area riservata per leggere tutto...
 
Ansia da separazione e misura dell'attaccamento normale e patologico Stampa E-mail
Mercoledì 09 Settembre 2015 21:33

sat immagineDi Grazia Attili, Edizioni Unicopli.

Il testo presenta la versione modificata del test semi-proiettivo del Separation Anxiety Test proposto da Klagsbtun e Bowlby nel 1976. La versione del SAT validata dal contributo di Grazia Attili è stata arricchita tenendo conto anche dagli studi di Mary Ainsworth relativamente alla Strange Situation.
Il volume si propone di ripercorre brevemene lo sviluppo della teoria dell'attaccamento e i suoi costrutti, per poi trasferirli nell'applicazione del test per bambini-adolescenti in un età compresa tra i 4 e i 19 anni.
Il manuale è compensivo di tavole di somministrazione, schede di registrazione e codifica. Vengono inoltre riportati casi clinici per esemplificare le modalità di codifica e scoring.
Il testo viene completato dal ricerche empiriche e studi che hanno lo scopo di provarne la validità predittiva, in particolare si sottolineano le associazioni tra attaccamento e psicopatologie e tra attaccamento e disturbi del comportamento.

 
«InizioPrec.12345Succ.Fine»

Pagina 1 di 5